Tumore del testicolo

Il tumore del testicolo è la neoplasia più frequente nell’ uomo tra i 15 e i 35 anni, è un tumore piuttosto raro (meno dell’1% delle neoplasie nell’individuo di sesso maschile), è una neoplasia che ha visto ridurre negli ultimi 20 anni la mortalità ad essa correlata, grazie alla diagnosi che avviene in fasi sempre più precoci di malattia e per le possibilità terapeutiche che risultano essere sempre più efficaci.

Tra le varie cause predisponenti il tumore del testicolo va ricordato il criptorchidismo (testicolo ritenuto e non disceso alla nascita nella sacca scrotale), familiarità per tumore al testicolo, traumi e infezioni testicolari.

Sintomi

La manifestazione sintomatologica può essere spesso assente. Uno dei primi segni evidenziabili dall’esame clinico è la tumefazione del sacco scrotale e l’ingrossamento del testicolo, più raramente il paziente può lamentare dolore al testicolo interessato da malattia.

Diagnosi

La diagnosi del tumore al testicolo verte innanzitutto sulla raccolta di eventuali sintomi riferiti dal paziente e sull’esame obiettivo e in particolare sulla palpazione dei genitali. Un esame imprescindibile per una corretta diagnosi è l’ecocolordoppler testicolare che permette di visualizzare il parenchima testicolare e di individuare eventuali zone sospette, che generalmente appaiono con caratteristiche ecogeniche molto diverse dal tessuto sano. 

Tuttavia la diagnosi definitiva si basa sull’esame istologico che può essere eseguito in corso di intervento chirurgico (esame istologico estemporaneo)

Importanti fattori prognostici sono rappresentati da:

  • Dosaggio ematico di: alfa-fetoproteina, beta-HCG, LDH. Valori normali di questi marcatori tumorali sono associati a prognosi più favorevoli.
  • TAC o la Risonanza Magnetica total body: esami che consentono di valutare la presenza di eventuali secondarismi

Terapia

I trattamenti per il tumore al testicolo possono essere diversi e comprendono:

  • Intervento chirurgico: Asportazione totale del testicolo e del funicolo spermatico interessato da patologia (orchifuniculectomia). Asportazione dei linfonodi retro peritoneali (principali sede di metastasi): linfadenectomia retro peritoneale.
  • Radioterapia delle stazioni linfonodali o dei siti coinvolti da metastasi.
  • Chemioterapia 

Prognosi

La prognosi dei tumori testicolari varia a seconda del tipo di tumore (i tumori testicolari possono essere divisi in due grossi gruppi, seminomatosi e non seminomatosi) e dallo stadio in cui si trovano al momento della diagnosi. Nella maggior parte dei casi la prognosi è favorevole.

Prenota
una visita

Eseguo interventi chirurgici in strutture accreditate con Il SSN. Ricevo per appuntamento presso diversi ambulatori a Ischia, Napoli e Caserta. È possibile contattarmi tramite segreteria o direttamente via whatsapp.



+39 081 1929 8034

+39 320 115 5232

Studio Catelli

Via Comunale Guantai Ad Orsolone, 191
80131 Napoli (NA)

Giovedì: 14:00 - 17:20

Diagnostica Romeo

Piazza Trieste e Trento, 33
80016 Marnao di Napoli (NA)

Martedì: 14:20 - 17:40

Villa Bianca

Via Edgardo Cortese, 29
80077 Ischia (NA)

Sabato: 11:20 - 12:40

Studio Zurzolo – Diagnosticare

Via Martiri D'Otranto, 11
80141 Napoli (NA)

Giovedì: 09:00 - 12:45

Studio Medico

Via Gesù e Maria, 3
80135 Napoli (NA)

Consulenza Online

Sabato: 16:00 - 19:30